Pandoro fatto in casa

Il Pandoro è un tipico dolce veronese, deriva dal nome in lingua veneta “pan de oro” e veniva servito sulle tavole dei ricchi veneziani assieme al nadalin.
Il Pandoro assieme al Panettone è uno dei dolci natalizi più tipici in Italia. La pasta è soffice e di colore dorato, per la presenza delle uova, e profuma di vaniglia. La forma è a tronco, con rilievi a forma di stella, di solito a otto punte. Fra gli ingredienti principali vi sono farina, zucchero, uova, burro, burro di cacao e lievito.
Le prime tracce risalgono al periodo della Repubblica Veneziana, attorno al 1500. C’è chi ritiene, invece, che il Pandoro nasca come evoluzione di altri dolci, per alcuni, infatti, deriverebbe dal Nadalin (anch’esso a forma di stella), mentre per altri dal Pane di Vienna , un pane dolce simile alla brioche, di provenienza asburgica. Tutti questi dolci sono ricchissimi di burro, l’ingrediente che rende il pandoro così gustoso e soffice.

LA “DOLCE” INVENZIONE
La nascita ufficiale e commerciale del pandoro di Verona ha però una data precisa: martedì 14 ottobre 1884, quel giorno il pasticcere veronese Domenico Melegatti presentò il brevetto di un dolce natalizio al Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia. 
Domenico Melegatti, per la sua originale ricetta, si ispirò ad una antica tradizione culinaria veronese; si narra che durante il periodo natalizio, precisamente la sera della vigilia di Natale, le donne dei villaggi si riunivano per impastare il cosiddetto Levà, un dolce lievitato ricoperto da granella di zucchero e mandorle. In quell’occasione Melegatti per creare il suo Pandoro prese la ricetta del Levà, la studiò attentamente e dopo alcune prove decise di eliminare la copertura, poiché ostacolava la lievitazione e per rendere il suo impasto morbido e con la giusta vaporosità aggiunse uova e burro. Da quel giorno il Sig, Melegatti aveva inventato il Pandoro e grazie all’aiuto fondamentale del pittore di origine veronese Angelo Dall’Oca Bianca, che disegnò lo stampo a piramide tronca e otto punte il Pandoro ebbe la sua forma che lo contraddistingue e che tutti noi conosciamo.
Oggi vi presentiamo la nostra personale versione del classico Pandoro, un impasto unico e semplice senza il necessario utilizzo della planetaria, che lo renderà comunque soffice e vaporoso come solo un vero Pandoro sa essere.

Ingredienti

  • 320 gr di Farina 0 
  • 180 gr di Manitoba ( 460W o con 14 gr di proteine )
  • 120 ml di Latte tiepido
  • 150 gr di Burro morbido
  • 3 Uova intere a temperatura ambiente 
  • 120 gr di Zucchero
  • 10 gr di Levito di birra fresco
  • 5 gr di Sale 
  • 2 cucchiaini di estratto di Vaniglia

Per lo Stampo e la Decorazione

  • Burro q.b.
  • Zucchero a velo q.b. 

Preparazione 

Munitevi di una bowl capiente e versate al suo interno le due farine, sbriciolate i all’interno il lievito di birra ed unite il latte tiepido a filo, iniziate a far assorbire il latte mescolando con le mani ( potete utilizzare anche una planetaria con il gancio a spirale ).
Quindi unite le uova a temp. amb. uno per volta continuando ad impastare fino al completo assorbimento, dopodiché unite lo zucchero ed incorporatelo all’impasto fino ad ottenere un buon composto elastico e compatto.
A questo punto aggiungete il sale e 1-2 pezzi di burro alla volta continuando ad impastare per bene fino ad incorporare tutto il burro. In fine versate l’estratto di vaniglia e lasciatelo assorbire completamente.
Lavorate l’impasto per circa 10/15 minuti, sarà pronto per la prima lievitazione quando risulterà sufficientemente elastico e formerà il velo. ( Nel caso in cui usate la planetaria l’impasto sarà pronto quando si staccherà completamente dalle pareti del boccale e formerà il classico velo ). Arrotondate per bene l’impasto, adagiatelo nella bowl e copritela con la pellicola trasparente, posizionate il tutto nel forno spento con la sola lucina accesa e fate lievitare fino al raddoppio ( circa 120 minuti ). Trascorso il tempo della prima lievitazione, munitevi di una spianatoia ed imburrate per bene lo stampo da 1kg del Pandoro, riprendere l’impasto dal forno e procedete con la pirlatura, basta piegarlo un paio di volte, sigillandolo bene e arrotolandolo con i bordi delle mani facendolo strisciare sul piano di lavoro. Adagiate l’impasto nello stampo precedentemente imburrato e coprite nuovamente con la pellicola trasparente e riponete nel forno spento con la sola lucina accesa, fate lievitare completamente l’impasto fino al raggiungimento del bordo dello stampo ( circa 210 minuti ).

Una volta lievitato eliminate la pellicola trasparente e cuocetelo in forno statico preriscaldato a 180°C per 15 minuti dopodichè abbassate a 160°C per altri 40 minuti. 
Una volta cotto sfornatelo ed adagiatelo su di una gratella a testa in giù, lasciatelo riposare qualche minuto dopodiché sfilate lo stampo semplicemente alzandolo e lasciate raffreddare completamente prima di spolverizzare il tutto con lo zucchero a velo.

Seguici anche su708.pngsocial-facebook-button-blue-iconInstagram logoPinterest-icon

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giusy ha detto:

    Quest’anno ho fatto il pandoro in casa a causa delle mie allergie/intolleranze ed è stato divertente e riuscitissimo. La ricetta è molto simile a questa. Farò anche questa qui, mi è piaciuto molto il post con la storia inserita all’interno😊 Buone feste 🤗

    Piace a 1 persona

    1. Nemo&Nancy ha detto:

      Il Pandoro merita il posto d’onore fra le preparazioni Natalizie, ed è giusto far conoscere la sua storia e come sia nato… Grazie mille Giusy per il piacevole commento… Nemo&Nancy di NemoInCucina!!!

      Piace a 1 persona

    1. Nemo&Nancy ha detto:

      Buongiorno, Grazie mille Cara Paoletta, abbiamo faticato tanto per ottenere questa ricetta personale 😅😅 ma ci siamo riusciti… Nemo&Nancy di NemoInCucina!!!

      "Mi piace"

      1. Paola ha detto:

        E lo immagino è roba delicata

        Piace a 1 persona

  2. kitchenclue ha detto:

    Buone feste ragazzi e….siete bravissimi!🎅🎅❤❤🎅🎅

    Piace a 1 persona

    1. Nemo&Nancy ha detto:

      Grazie mille Mary, buone feste anche a te… Nemo&Nancy di NemoInCucina!!!❤🎅🎅

      "Mi piace"

  3. eleonorabergonti ha detto:

    Che buoni il pandoro, 😋. Fatto in casa, poi, dà grandi soddisfazioni… e come tocco finale una super cascata di crema al mascarpone e… buon appetito, 😋.

    Piace a 1 persona

    1. Nemo&Nancy ha detto:

      Grazie mille Eleonora, vero una buona dose di crema al mascarpone e diventa super goloso… Nemo&Nancy di NemoInCucina!!!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...